News

ACTIVEWEAR, ACTIVE LIFE: IL LOOKBOOK

Pronte a tutto

Linee pulite, accenti moderni e dettagli atletici: oggi è accettabile indossare abbigliamento sportivo 24 ore su 24. Ecco i look a cinque stelle della stagione...

PER LA DONNA: IL LOOK DA SALA RIUNIONI

Nel caso non l'abbiate notato, abbiamo sviluppato una propensione per tutte le cose "attive", e se lo stile rilassato di questo trend è una meraviglia per il tempo libero, non deve per forza limitarsi solo a quello. Essere perfette per l'ufficio non è mai stato così facile: basterà infondere carattere al proprio look da giorno abbinando vari capi con un tocco di lusso sportivo. Scegliete ad esempio pantaloni della tuta, bomber eleganti e decolleté. Immaginatevi a una lezione di yoga della domenica: quello che conta è il giusto equilibrio. Vi piacciono i dettagli forti? Privilegiate i tessuti di lusso. Preferite scarpe da ginnastica e una felpa? Abbelliteli con dei pantaloni dal taglio sartoriale e dal colore neutro. Dite addio ai tailleur! Questo è il nuovo look "dalle 9 alle 5".

The Creative Spot

La seconda edizione della pop up Boutique #TheCreativeSpot aprirà da aprile a dicembre 2017 e  ospiterà prodotti di design e moda, all’insegna dell’alta espressione del lifestyle, della cultura e della ricerca del bello. 

The Creative spot Design, sarà curato dalla prestigiosa esperienza della trend setter Rossana Orlandi, che ha selezionato i nomi più rappresentativi del design storico e contemporaneo, affiancando loro giovani talenti, con l’obiettivo di creare un dialogo artistico capace di trasformasi per gli ospiti in un’esperienza creativa ed inaspettata.

The Creative Spot Fashion, da fine agosto a dicembre 2017, sarà invece dedicato alla moda. Grazie alla rinnovata collaborazione con Camera Nazionale della Moda Italiana e con la curatela di Sara Maino, Head of Vogue Talents, grande esperta nell'individuare i nuovi talenti del fashion, The Creative Spot fashion presenterà i nomi dei giovani italiani e internazionali che già stanno tracciando il futuro della moda italiana nel mondo.

 

 

VESTITI DA OSCAR

Arriva il momento dell'abito da tappeto rosso… "Nulla definisce una persona tanto quanto l'abito che sceglie di indossare alla notte degli Oscar." Beh, in verità nessuno l'ha mai dichiarato, ma siamo in molte a pensarlo! L'abito di Giorgio Armani Privé indossato da Cate Blanchett alla cerimonia del 2016 ha fatto impennare le vendite dei capi blu-ghiaccio nei negozi di abbigliamento, mentre in seguito al dibattito che ha scatenato la scelta dell'abito Dior rosa in satin di Anne Hathaway nel 2013, amato da certi e detestato da altri, sembra che la sua stylist abbia perso il posto. Oops!E così, in onore dell'evento più frequentato dalle stelle del cinema, arrivato alla sua 89esima edizione, diamo un'occhiata agli abiti da sera più indimenticabili mai indossati.

LUCI DELLA CITTÀPer un evento scintillante come la notte degli Oscar, non deve sorprendere che le tonalità metalliche siano fra quelle più privilegiate. Reese Witherspoon ha ammaliato i suoi fan alla cerimonia degli Academy Awards del 2006 scegliendo un abito di Dior del 1955, con dettagli in oro degni di una regina. E chi può dimenticare la commovente interpretazione di Felicity Jones nel ruolo di Jane, nel film La teoria del tutto (2015)? La Jones non si sarà portata a casa l'ambito premio, ma è certamente rimasta nel cuore del pubblico grazie al bellissimo bustino di Alexander McQueen e la lunghissima gonna che indossò quella sera.

MILLE SFOGLIEGli Oscar sono un'occasione d'oro per le attrici che vogliono trasformarsi in una principessa della Disney, esattamente come ha fatto Amy Adams nel 2013, attirandosi addosso tutti i riflettori con il suo abito a balze di Oscar de la Renta. Nel 2011, Marisa Tomei ha fatto invece un salto nel passato, con un abito vintage di Charles James degli anni Cinquanta dal lungo strascico di volant. E nessuna menzione degli abiti da Oscar sarebbe completa senza ricordare l'assai discusso abito con il cigno indossato da Bjork nel 2001, della stilista mecedone Marjan Pejoski. La star islandese fece perfino finta di fare le uova sul tappeto rosso, stravincendo in originalità.

BELLE AL BALLOL'abito azzurro polvere di Prada indossato da Lupita Nyong’o nel 2014 aveva tutti gli elementi per vincere la corsa agli Oscar della moda: il colore, il modello e il modo in cui abbracciava con eleganza e naturalezza la figura dell'attrice, che durante la serata ha anche trovato l'accessorio perfetto per quella mise: la statuetta degli Oscar! Quando Jennifer Lawrence fece un passo falso inciampando alla serata degli Academy Awards del 2013, twitter era troppo invaghito del suo stupendo abito di Christian Dior per preoccuparsene. E comunque se c'è una persona che può cavarsela dopo un capitombolo sul tappeto rosso è J-Law!

SMOKING DELUXERyan Gosling non deve impegnarsi troppo per ottenere l'approvazione delle fan in fatto di estetica. Noi crediamo, anzi, che potrebbe anche apparire vestito con un sacco e i trend setter dichiarerebbero che il suo è il look dell'anno. E quando ha annunciato l'Oscar per la Miglior sceneggiatura non originale nel 2016, non era certo per il film vincente che il pubblico applaudiva con tanto entusiasmo, ma per il completo Gucci che indossava, perfettamente adattato al suo fisico e con tanto di camicia bianca abbinata e papillon. David Oyelowo, invece, alla cerimonia del 2015 ha dato prova di un fatto: i colori sgargianti non sono solo adatti alle donne. Scegliendo il suo smoking color vinaccia di Dolce & Gabbana ha fatto una mossa ardita, ma senza dubbio ne è valsa la pena.

I POSTI PIÙ ROMANTICI IN EUROPA

Ah, l'Europa! Lo sfondo di tantissime storie d'amore…

Pensate a Audrey Hepburn e Gregory Peck che giravano per Roma su una Vespa, oppure a Mathieu Kassovitz che si perdeva negli enormi occhi color nocciola di Audrey Tautou alla Gare Du Nord: l'Europa vince senza dubbio l'appellativo di continente più romantico del mondo. Cene all'aperto, viuzze appartate e buon vino servito ad ogni pasto: la vostra vacanza romantica vi attende dietro l'angolo, a due passi dal duty free più vicino. NON DI SOLO GAUDIBarcellona, celebre per la sua architettura impressionante, per le stradine dei mercati e per il clima favorevole, non ha bisogno di tanti aggettivi. Ma oltre ai sentieri turistici di Las Ramblas, agli autobus che offrono tour della città e ai palazzi di Gaudi, certamente notevoli, è anche una metropoli che aspetta di essere esplorata. Passeggiare per la città raggiunge il massimo del romanticismo al Parc de Montjuïc, con vari musei tutti da vedere e gli stupendi Jardins de Laribal, ricchi di viali alberati.

Gli spagnoli sono dei veri animali notturni, dunque accertatevi di avere risorse sufficienti di energia per esplorare alcuni fra i nuovi, eccitanti ristoranti che la città ha da offrire. Il ristorante stellato Alkimia, appena fuori dal Quartiere Gotico, unisce interni in stile industriale a un menù catalano elegante ma al tempo stesso innovativo. Non lasciate la città senza aver prima assaporato il suo celebre baccalà.

La serie di alberghi che Barcellona può vantare è veramente notevole, il che significa che non dovrete passare delle notti in bianco dopo tante emozionanti avventure. L'Hotel Omm offre il massimo in termini di serenità in pieno centro città, e la sua ubicazione garantisce di trarre il massimo anche in fatto di tempo. BELLEZZA IN BAVIERASi dice spesso che Monaco, con le Alpi sullo sfondo, la bella architettura bavarese e la sua atmosfera da villaggio, sia la città tedesca più bella, ed è facile capire perché. Se pensate che Berlino sia un po' troppo caotica, allora Monaco è probabilmente l'antidoto che state cercando. La bellissima Marienplatz, in centro città, vanta una miriade di gallerie d'arte, e si fa apprezzare anche per gli ottimi piatti serviti alla Zum Dürnbräu, una taverna bavarese tradizionale i cui piatti includono le famose salsicce di Norimberga con crauti e gnocchi di patate. Per una camera con vista prenotate il vostro soggiorno al Grand Hotel Bayerischer Hof, dal cui rooftop bar, il Blue Spa Terrace, si godono viste magnifiche sulla città. Ed infine premiatevi con una visita tutta dedicata allo shopping a Ingolstadt Village, nel caso in cui i lederhosen non siano esattamente il vostro stile. LA VILLE DE L’AMOURParigi non è certo chiamata la città dell'amore per caso: l'accento, la cultura, gli scorci di grande bellezza dietro ogni angolo... è impossibile stancarsi di questo luogo! Fu Audrey Hepburn a dichiarare "Parigi è sempre una buona idea", e noi siamo d'accordo con lei. È anche una buona idea preparare una tabellina di marcia prima di partire. Le visite alla maggior parte delle attrazioni, come la Eiffel Tower e il Louvre, possono essere prenotate su internet, e ciò vi eviterà di perdere tempo facendo la fila. E se l'avete già vista e volete proseguire un po' più in là, una giornata di shopping a La Vallée Village, a est della città, vi farà sentire (e vestire) come delle vere parigine.Il Sofitel Paris Le Faubourg Hotel è eccellente in termini di comfort e si trova a breve distanza dagli Champs-Élysées, dalla Senna e da molte altre perle della città. Bon voyage!IL FASCINO DI LONDRALasciate il London Eye ai turisti novelli, e godetevi il panorama della città dalle altezze da capogiro del Vista Bar, che dà su Trafalgar Square e oltre. Non prevedendo alcun biglietto d'ingresso, avrete più risorse da investire in cocktail. Lo shopping a Londra è una cosa seria, perciò lasciate sufficiente spazio in valigia per gli acquisti da non perdere. Andate poi al vicino Bicester Village per scovare i nomi più celebri della moda, tutti in un unico posto. Anche i mercati sono sempre piacevoli da visitare e quello dei fiori di Columbia Road non potrebbe essere più bello. Dopo tutti questi giri, una notte al Como Metropolitan Hotel vi offrirà la possibilità di riposare in tutto relax, senza menzionare il fatto che la sua ubicazione a South Kensington è proprio perfetta, per via dei tanti musei e dei sontuosi ristoranti di Mayfair. Affare fatto!

 

LE PRINCIPALI TENDENZE-MODA PER LA PRIMAVERA/ESTATE 2017

La redattrice e giornalista Harriet Quick ci svela i suoi consigli di moda per la nuova stagione…

In materia di rinnovo del guardaroba, la nostra consulente di fiducia è senza dubbio la Fashion Editor Harriet Quick. Preparatevi a una lezione di tendenze.

THINK PINKIl rosa è emerso come il colore della femminilità più moderna. Dimostra sempre di avere molte sfaccettature, proprio come noi donne, nei suoi toni delicati e pallidi, provocanti o sexy (tipo fucsia) e nelle melanconiche nuance del rosa antico. Gli stilisti stanno abbracciando il rosa con passione, da quello cipria, simbolo di Chloé, al bubble-gum acceso di Balenciaga e ai famosi toni kitsch di Prada, a effetto caramella. Il modo più nuovo di indossarlo è mixandone strati in sfumature diverse, dalla testa ai piedi. Privilegiate il rosa anche nei tagli sartoriali (e abbandonate il bianco e nero), negli abiti in stile baby-doll con calzature in tinta e nelle camicette con il fiocco, oltre che per i pantaloni sopra la caviglia e per le tute da ginnastica tipo WAG. Il rosa è fortemente associato all'ottimismo, ed è ciò che ci serve di questi tempi.

GLAMOUR ANNI 80L'era delle spalline imbottite, delle minigonne in stile Donna in carriera, dei seducenti abiti seconda-pelle e dei quintali di lamé è ritornata. Una generazione di stilisti che a quei tempi erano forse appena nati sta facendo razzia delle idee del decennio del sesso, della forza e del glamour, riportando quell'esuberanza ai giorni nostri. Ciò che questo trend richiede è un po' di coraggio e di sfrontatezza. Le minigonne vi faranno sentire nude dopo tante stagioni di gonne lunghe, proprio come le spalline imbottite vi sembreranno aliene. Ma i vantaggi sulla vostra autostima saranno innumerevoli. Per farvi ispirare un po', date un'occhiata alle icone dell'epoca, dalle top model in Alaïa ai modelli squadrati di Nan Kempner, passando dagli enormi orecchini di Paloma Picasso e al suo amore per Saint Laurent.

MANICHE AD EFFETTOUno dei segreti di stile più vincenti della stagione sono le ampie e voluminose maniche. C'è tutto un nuovo linguaggio di forme da imparare, dalle maniche a tromba, che "esplodono" dal gomito come tulipani, alle teatrali linee ampissime dalla spalla ma che si stringono sull'avambraccio, passando da quelle delle dolci camicette con il cordoncino in stile campagnola. Se preferite delle linee più nette, cercate delle camice da uomo con polsini alla francese da tenere aperti, fino alle nocche. Abbinatele a jeans a vita alta e a una bella blusa per un tocco di originalità nelle occasioni più mondane.

NUOVA STAGIONE, NUOVE SCARPE.

Quando si tratta di scarpe, il troppo non stroppia mai. Beh, forse sì, ma non siamo qui per giudicare... Dalle creazioni artigianali più lussuose, chic e sontuose, a delle sbarazzine calzature da città: ci piace farvi le scarpe.

4 DEI MIGLIORI VESTITI DI GRANDE EFFETTO

Abbinateli a capi e accessori eleganti o più informali: questi abiti saranno gli indiscussi protagonisti della stagione. Sia che preferiate uno stile audace e appariscente, sia che il vostro sia uno stile classico e senza tempo, è arrivato il momento di investire in un bell'abito. Vestitevi di fascino, bellezze!

TREND DI PRIMAVERA: LE BORSE DA NON PERDERE

Se il freddo dell'inverno vi ha tolto un po' il sorriso, simpatizziamo con voi. Ma ora rallegratevi: la primavera ha portato con sé molti nuovissimi stili. Quelli selezionati sono pezzi senza tempo in cui vale la pena investire. Fatevi coinvolgere, e lasciate a casa i sensi di colpa.

QUATTRO GIACCHE DA DESIDERARE

Quando ne vale la pena, sappiamo di non dover fare grossi sforzi per convincervi ad acquistare una giacca nuova. Spolverino, bomber, in color cammello o con taglio a "bozzolo"... Nulla definisce il look quanto una giacca. Infilatela sopra dei capi a effetto, e senza dubbio lascerete il segno.

I FANTASTICI QUATTRO: ALL STARS

Pronte per ricominciare? Il mix di stampe sgargianti e di modelli sportivi all'avanguardia di questo gennaio sembra fatto apposta per il movimento.  È tempo di darsi una mossa! 

SETTIMANA NUMERO 1: GYM BAGS

Torniamo un attimo nel mondo reale: riuscire ad inserire una sessione in palestra nella nostra routine di tutti i giorni richiede la giusta preparazione. E allora, sia che frequentiate una lezione di danza dopo l'ufficio, sia che passiate dalla sbarra al, ehm, bar... il borsone della palestra dovrà essere adeguato allo scopo (anche se la vostra acconciatura del dopo-yoga lascia un po' a desiderare).

SETTIMANA NUMERO 2: SNEAKERS

LE MIGLIORI STAZIONI SCIISTICHE D'EUROPA

Sia che siate sciatrici provette, sia che preferiate rilassarvi con un calice di vin chaud, vi presentiamo le destinazioni più "in" per una perfetta vacanza invernale…

 

PER CHI HA UN TEMPERAMENTO AGONISTICO

La destinazione: Chamonix, Francia

Amatissima da...Con i suoi picchi scoscesi, le aree per il free riding e le piste avventurose, è meglio lasciare questa stazione sciistica ai professionisti (o quasi) dello sci. Gli sciatori più avanzati ed indomiti provenienti da tutto il mondo si riuniscono qui ogni anno, affrontando le sfide naturali del posto e godendosi un drink (fate lo stesso, se potete) in uno dei tanti bar che punteggiano queste montagne. In altre parole, è meglio lasciare la nonna a casa!

LA SETTIMANA STA FINENDO...

Da quel pezzo irrinunciabile al nostro boutique hotel preferito: ecco che cosa ha colpito la nostra attenzione questa settimana. Per fortuna è venerdì!

Trota in padella con cetrioli, mele e insalata all'aneto (per due persone)

1 cetriolo, pelato e tagliato a metà, in semicerchi di ½ cm di spessore 1 cucchiaio da tavola di senape di Digione1 cucchiaio da tavola di aneto sminuzzato (o un cucchiaino se essiccato) 1/4 di cucchiaio da tavola di aceto di mele2 cucchiai di olio di oliva 1 grosso avocado, sbucciato e snocciolato1 mela, sbucciata e pulita1 scalogno, finemente sminuzzato1 cucchiaio da tavola di olio di cocco o di burro2 cucchiai di capperi, più qualche cappero extra come guarnizione2 filetti di trotasale, a piacere

La dolcezza della mela si accompagna molto bene a questo piatto dal gusto forte, ma se non riuscite a trovare i filetti di trota potete usare del salmone. Sebbene i capperi contengano molto sodio, danno un tocco di gusto in più a questo piatto, e sono particolarmente adatti al pesce.

COME SOPRAVVIVERE AL DETOX DI GENNAIO

Dicono che disintossicarsi dopo le feste sia una meraviglia…

Se già vi siete pentite di esservi impegnate in un regime salutista di disintossicazione del "dopo le feste", beh, non siete certo le sole. Affrontare la malinconia del dopo-Natale con una tazza di tè verde e uno snack leggero alla soia potrebbe sembrare poco allettante, ma aspettate di rientrare in quel vecchio paio di jeans e tutto vi apparirà sotto una nuova luce.

Ad ogni modo disintossicarsi non deve per forza essere noioso, ve lo garantiamo. E se negli anni passati avete rinunciato entro il terzo giorno, quest'anno potete avvalervi di una vera tabellina di marcia che vi permetterà di raggiungere finalmente il pieno splendore con il nuovo anno. Fioccheranno emoji ammirati a non finire.

Allora buttatevi sul vin brulé e sul panettone finché potete, perché dal 1 gennaio, sarete dalla nostra!

DETOX DI GENNAIO, PRIMA FASE: BARATTATE IL NIGHT CLUB PER LA PALESTRA DELLA SERA

24 ORE CON UN'ESPERTA DI BENESSERE

È il momento di tornare in forma!

Panettone, spumante e cioccolatini a non finire... vi suona familiare?  Ecco che arriva gennaio e, dopo due settimane di vizi e stravizi, è anche arrivato il momento di tornare in forma smagliante.E, per aiutarci a mettere insieme un piano d'attacco per il nuovo anno, abbiamo pensato di chiedere aiuto alla coach olistica, blogger, chef ed esperta di benessere Madeleine Shaw.

Ecco, passo passo, la sua strategia per rimettersi in forma. All'insegna del benessere.

MATTINO

7:00

Carica altro
X

Usiamo i cookies per fornirti la migliore esperienza e soddisfazione quando navighi nel nostro sito; senza di essi la funzionalità di quest’ultimo sarà ridotta. Per favore, clicca su "X" per confermare che sei d’accordo con l'utilizzo dei cookies su questo sito. Alternativamente, clicca qui per sapere come cambiare le tue impostazioni sui cookies e clicca qui per visualizzare la nostra politica completa sui cookies.

Top