The creative spot

Style Notes

I DESIGNER DI THE CREATIVE SPOT 2019 IN PILLOLE 

Shivam Behno – Shivam Punjya, indiano, direttore creativo di Behno, finalista dell’edizione 2018 della CNMI The Green Carpet Talent Competition parte di Green Carpet Fashion Awards Italia ha fondato il brand con lo scopo di dedicarsi ai temi della povertà e della salute globale. Tra le creazioni di Behno, abiti prima decostruiti e poi ricostruiti con capi inutilizzati, combinati con seta biologica certificata GOTS e nylon rigenerato Econyl, un filato realizzato riciclando reti da pesca e tappeti abbandonati. 

BEHO-960X540.jpg

Mateja Benedetti – Benedetti Life è un marchio etico e sostenibile legato a lusso e innovazione. Dal primo show-room milanese alla sfilata di Lubiana per la Mercedes-Benz Fashion Week, il marchio cresce in design e innovazione, diffondendo l’impegno della moda di contribuire al benessere del nostro ecosistema. Matea Benedetti è uno dei cinque finalisti dell’edizione 2017 della CNMI The Green Carpet Talent Competition parte di Green Carpet Fashion Awards Italia.

Gilberto Calzolari – Nato e cresciuto a Milano, Gilberto Calzolari è il vincitore dell’edizione 2018 della CNMI Green Carpet Talent Competition parte di The Green Carpet Fashion Awards Italia. Il suo stile è rappresentato da abiti demi-couture freschi, romantici e glamour: un design elegante e senza tempo, dove raffinate silhouettes contemporanee e abbinamenti inaspettati, uniti a una lavorazione di altissimo livello sartoriale, esprimono l'immagine di una donna sofisticata e al tempo stesso ironica e sognatrice.

 

CO|TE – Fondata nel 2010 da Tomaso Anfossi e Francesco Ferrari, CO|TE significa rifugio e protezione. Le collezioni dai disegni raffinati e all’avanguardia sono interamente prodotte secondo le tradizioni del "Made in Italy". Si ispirano a donne ironiche, curiose, spiritose e eleganti. Le forme geometriche sono il tratto distintivo di ogni capo e la scelta dei tessuti è fondamentale per mantenere i volumi desiderati sia durante la progettazione delle sagome sia una volta pronti. CO |TE è uno dei cinque finalisti della CNMI Green Carpet Talent Competition, della prima edizione di The Green Carpet Fashion Awards, Italia.

Davide Grillo –Il primo approccio di Davide Grillo alla moda inizia presso l’Istituto di Artigianato della Moda di Parma e continua poi al Central Saint Martins College of Art and Design di Londra. Durante i suoi studi ha lavorato per vari artigiani e laboratori sartoriali di Parma dove ha imparato l’importanza del taglio e cucito nella confezione presso gli atelier. Il brand di Davide Grillo si fonda su una poetica unione di artigianato e processi tradizionali. Davide Grillo è uno dei cinque finalisti della CNMI Green Carpet Talent Competition, della seconda edizione di The Green Carpet Fashion Awards, Italia.

 

Tiziano Guardini – Tiziano Guardini è il vincitore dell’edizione 2017 di CNMI Green Carpet Talent Competition, parte del Green Carpet Fashion Awards, Italia. Le creazioni di Tiziano Guardini sono un dialogo tra la Madre Terra e il rapporto uomo-natura, elementi perfettamente uniti nelle sue creazioni. The New York Times, Vogue, Interview Magazine e Corriere della Sera lo nominano "stilista della natura". L’ultima collezione di Tiziano Guardini è intitolata “The City is a Jungle” ed è un mix raffinato e spontaneo, con linee che strizzano l’occhio all’universo maschile rimanendo sempre fortemente femminile.

GUARDINI-960X540-GENERICA.jpg

Teatum Jones – Fondata nel 2011 da Catherine Teatum e Rob Jones, Teatum Jones è un brand con sede a Londra, riconosciuta per la sua estetica moderna, raffinata e audace che parla a donne intelligenti e sicure. I designer, che creano tessuti pregiati dalle forme fresche e raffinate, hanno ottenuto il riconoscimento di giovani "pionieri del tessile" e "innovatori" di Londra. Teatum Jones è uno dei cinque finalisti della CNMI Green Carpet Talent Competition, della seconda edizione di The Green Carpet Fashion Awards, Italia.

Leo Studio Design – Grande attenzione è riservata da Leo ai processi produttivi, alla scelta dei tessuti, dei materiali, dei volumi e delle stampe che costituiscono l’identità forte del brand Leo Studio Design. Leo Studio Design vuole unire le tradizioni del Made in Italy con la qualità unica dell’artigianato e le più moderne tecnologie.  I capi vedono l’impiego del filo rigenerato ECONYL®, un Nylon che viene dai rifiuti come le reti da pesca e i vecchi tappeti e che è rigenerabile infinite volte senza perdita di qualità. Leo Studio Design è uno dei cinque finalisti della CNMI Green Carpet Talent Competition, della seconda edizione di The Green Carpet Fashion Awards, Italia

LEO-960X540.jpg

Patrick Mcdowell – Patrick è un designer di Liverpool che mette al centro dei suoi studi la possibilità di reinventare il lusso attraverso una mentalità  sostenibile. I capi sono realizzati con tessuti riciclati, filati organici e materiali eticamente prodotti, tutto il design è interamente progettato e realizzato in Inghilterra. Patrick Mcdowell è un sostenitore della riduzione dell'impatto globale della moda attraverso una progettazione consapevole.

MCDOWELL-960X540.jpg

Keef Palas – Nato nell’estate del 2016, il marchio di gioielli Keef Palas è l’espressione della natura mescolata alla moda e all’arte. Si tratta di gioielli effimeri, che durano solo un determinato lasso di tempo in perfetta armonia con le leggi della Natura. Il brand esplora l’effimero attraverso dettagli particolari come peperoncini, aglio, noci, olive e così via, impiegati come protagonisti di bijoux quanto meno originali. Vivendo tra Mallorca e Barcellona, la scelta dei materiali è paragonabile a una sorta di dieta mediterranea: infatti, impiegano solo ed esclusivamente ciò che trovano a portata di mano, senza importazioni o contaminazioni.

Søster Studio – Brand di lusso sostenibile che mira a celebrare lo slow fashion e l'inclusività. Impegnati ad essere socialmente e ambientalmente responsabili e trasparenti. SØSTER STUDIO è stata fondata nel 2017 da Pernille Nadine.

 

 

Martina Steplova – Dopo gli studi di chimica a Praga, Martina Spetlova si iscrive al corso di moda alla "Central Saint Martins" laureandosi nel 2010. La sua collezione di tesi è stata selezionata per la prestigiosa sfilata della Central Saint Martins, parte della London Fashion Week ufficiale nel febbraio 2010. Da qui parte la sua avventura. Colore, tanto colore. Il suo nome si associa al mondo patchwork, in cui Martina Spetlova mescola sapientemente toni audaci a tessuti estremamente ricercati.

STEPLOVA-960X540.jpg

CORA - Cora Bellotto è una designer italiana il cui stile è l’espressione di uno sguardo nuovo e personale sulla moda sostenibile. Un mix di lusso e sostenibilità che riscopre i valori di una moda differente, impeccabile nei dettagli e nella scelta di materiali di alta qualità. Sempre fresco ed elegante, il brand trasmette l’amore istintivo della sua stilista per le fibre naturali e i contrasti dati dalla combinazione di texture e mani diverse. Sempre alla ricerca di nuove metodologie creative, il brand esplora spesso nelle sue forme e modellazioni proposte “zero-waste”, per ridurre al minimo gli scarti tessili. Inoltre, all’interno delle sue collezioni, una capsule di pezzi unici è dedicata al recupero di tessuti vintage, soprattutto lini, di cui la stilista è innamorata.

 

CORA-960X540.jpg
Top